Euginyu, nomade senza patria

Discussione in 'Il mio personaggio RPG' iniziata da Euginyu, 16 Ottobre 2014.

  1. Euginyu

    Euginyu apprendista Utente

    Registrato:
    12 Ottobre 2014
    Messaggi:
    22
    "Mi Piace" ricevuti:
    26
    Punteggio:
    225
    Sesso:
    Maschio
    Passato:
    Figlio di un mercante del mare Settentrionale si ritrova in una condizione familiare in cui non ha mai avuto alcun tipo di educazione, l'unica fonte di conoscenza da cui ha potuto attingere è sempre stata la vita. Ben presto si rende conto che l'ambiente in cui viveva era a lui ostile, ha deciso, per una volta, di seguire il proprio istinto, ciò che gli sembrava più giusto fare. La scelta fu molto semplice, se ne sarebbe dovuto andare lasciandosi tutto alle spalle. Il viaggio fu lungo, ebbe modo di vedere molti popoli, tutti diversi, conoscere molte civiltà differenti e, inoltre, ha potuto scoprire una grande verità. Nulla è eterno, la vita su questo misero pianeta è effimera in confronto all'esistenza di tutto.
    Lungo il proprio viaggio mutò, i propri pensieri, mutarono a poco a poco grazie alle influenze delle svariate civiltà conosciute, qua prende piede il determinismo sociale in lui, ovvero, la teoria secondo la quale l'individuo viene plasmato in base alla condizione sviluppata in torno a se, in base alla società in cui si trova. Ebbe modo di plasmare pensieri basati sopratutto sulla convivenza con la natura abbandonando completamente una visione materialistica meccanicistica della vita, ovvero, smise di pensare che l'unico scopo di qualsiasi essere vivente è semplicemente di riprodursi per portare avanti la specie.
    Deve per forza esserci uno scopo ben più importante per la vita di ogni singolo essere, fino ad ora l'unico scopo che si è portato avanti è stato quello di preservare la propria specie tramandando anche il sapere fino a quel punto scoperto alla prole, alla generazione successiva. Alcuni dogmi sono stati tenuti all'oscuro di molti ma ci sono verità molto più antiche di quel che si possa credere in questo mondo.
    Inizio a ricercare quello che sarebbe stato il proprio scopo, la propria realizzazione, la conferma di quei suoi pensieri tanto sconnessi quanto veritieri.
    Alle spalle un passato che più contava per lui, una storia che non gli appartiene ormai da molto, quello che conta ora è solo ciò che può effettivamente realizzare con le proprie mani, con le proprie forze.

    Presente:
    A tutt'ora ah avuto modo di poter conoscere una civiltà molto particolare in una città di nome Atlantide, li ha potuto trovare una popolazione colta da una forte delusione storica in quanto centinaia d'anni di battaglie e di insurrezioni popolari non hanno portato affatto a nulla di concreto. Ciò che questo popolo chiede è solo un governo privo di censure, privo di violenze a vantaggio dei potenti. Chiede che il dittatore venga cacciato, che il suo esercito se ne vada per sempre.
    Lo scopo della vita del nostro protagonista potrebbe essere di portare questa grande pace in questo piccolo regno? Forse è giunto fin li per una ragione, tutto accade per un motivo. Fortunatamente ha potuto godere di un forte ingaggio molto influente all'interno del regno, BERTOLOS il quale lo aiuta effettivamente a coordinare una rivolta in grado di capovolgere il regime imperialista e, finalmente, vige una Diarchia che vede il duo a capo di tutto ciò.
     
    A BlubBubbles, Domyx150 e portapipe piace questo elemento.
  2. portapipe

    portapipe Scontroso e Pignolo, l'unico e solo... Membro dello Staff Amministratore

    Registrato:
    5 Aprile 2012
    Messaggi:
    751
    "Mi Piace" ricevuti:
    232
    Punteggio:
    4.265
    Vogliamo sapere ora procede la vita del prode costruttore...
     

Condividi questa Pagina