NeoLympha e la sua Storia - pt.1

Discussione in 'Storie Unte' iniziata da Malacodae, 29 Gennaio 2015.

  1. Malacodae

    Malacodae Admin Network Membro dello Staff Amministratore

    Registrato:
    24 Marzo 2014
    Messaggi:
    1.010
    "Mi Piace" ricevuti:
    466
    Punteggio:
    7.465
    Sesso:
    Maschio
    Occupazione:
    Amministratore Network, Capo Builder
    Località:
    Modena
    Home page:
    — NeoLympha e la sua Storia —

    Parte I | Si, NeoLympha era stata fondata. “Da adesso in poi dovremo dedicarci al villaggio” disse Ruspa al suo amico, “Il nostro obbiettivo dovrà essere quello di ridivenire una potenza fra le altre città, così da poter formare nuove alleanze ed affrontare di giorno in giorno nuove sfide”. Marco incominciò ad istruire i pochi abitanti del piccolo villaggio di NeoLympha. C’è chi dovette costruire le case per accogliere la gente, chi collaborò alla costruzione del tempio in onore della divinità BlubBubble e chi rifornì tronchi e pietre.

    Insomma, tutti ebbero un compito. Costruite le prime abitazioni, Matteo consigliò di iniziare a cacciare e fare campi di grano… “Ora che stiamo iniziando a cavarcela bene, perché non tentare di andare alla ricerca di altre persone da poter portare qua?” chiese ansimante Matteo, “Di certo non potrebbe fare altro che aiutarci nei lavori”. Ruspa annuì e, mentre riposava sotto una tenda che gli copriva il capo dalla luce del sole splendente, organizzò un gruppo di uomini coraggiosi e bravi nel combattimento.

    Il tempo passava velocemente e, durante una notte buia, dei saccheggiatori depredarono i rifornimenti di cibo al villaggio. Mentre l’ultimo a fuggire razziava i beni di Ruspa, egli venne svegliato da un vaso che cadde a terra. Chi fu questa persona svegliata in piena notte dai ladri? “Rivelati, codardo!” disse mezzo addormentato Rakdo, “Fatti sotto!”. Le urla svegliarono molte persone tra cui Ruspa, che uscì dalla tenda. Sfoderando la spada, svegliò urlando a squarciagola l’intera NeoLympha. Il saccheggiatore rimasto venne catturato e portato dinnanzi al capo del villaggio. “Come osi, o tu misero, depredare quest’innocuo villaggio?” gli chiese Ruspa molto alterato dall’affronto, “Come hai solamente potuto pensare di farla franca? Eri da solo a saccheggiare?”. Il saccheggiatore tacque. “Ti ho fatto una domanda, ladro spregevole!” scalfendolo sulla guancia con la spada urlò irato Ruspa.

    Tutt’ad un tratto l’imprigionato borbottò:”Io… io non ero e non sono solo; io sono Artorias ed i miei amici mi verranno a salvare, molto, molto presto! Vi uccideranno e daranno il vostro corpo in pasto ai predatori!” concludendo, sputò addosso a Ruspa il sangue causato dal perforamento della guancia. “Allora ti useremo come esca, sciocco” replicò Rakdo alla minaccia del saccheggiatore. Artorias venne legato ad un albero, nell’attesa che suoi complici arrivassero per salvarlo. Alcune persone robuste vennero nominate guardie del villaggio e dovettero attendere mimetizzati i compagni del ladro per tutta la notte. All’alba, Ruspa venne svegliato da Marco:”Ruspa! Sveglia! Hanno ucciso le guardie e preso Artorias!”. Lo portò sul posto e ipotizzò che il ladro si liberò dalle corde grazie ad un coltellino che aveva con sé. Le guardie erano modestamente superabili, colte allo sprovvisto. Questa teoria venne confermata da un abitante che giurò di non aver visto nessuno venire o andarsene ad esclusione di un paio di guardie. “Ma come è possibile superare quattro guardie così facilmente?”. I tre ignoravano che in realtà due persone vennero a riscattare Artorias, neutralizzando le guardie e travestendosi come loro, per non dare di sospetto.

    Da sopra la collina una voce urlò verso NeoLympha:”Ti avevo avvertirò che sarei stato salvato! Ora siamo tornati per annientarvi!” rivolgendosi a Ruspa disse Artorias. Cavalcando, egli scese verso il villaggio capeggiato da altre due persone per ora ignote. Il primo tirò una freccia infuocata contro il pagliaio, appiccando fuoco, il secondo si precipitò in prima linea contro un gruppo di persone che stavano guardando spaventati. Ruspa si mise in mezzo alla ‘piazza’ pronto con la spada. Marco e Matteo lo raggiunsero, sempre armati, mentre gli altri si rifugiarono dentro le proprie abitazioni. I tre saccheggiatori scesero dai cavalli. Lo scontro aveva inizio.

    "... Grazie di aver letto questa breve introduzione alla storia principale! Mettete un mi piace. Artorias, ti ho descritto come un saccheggiatore, ma non temere (che brutto spoiler D: )! Detto questo, al prossimo capitolo ..."
     
    Ultima modifica: 30 Gennaio 2015
    A valentinamoro e Faxd piace questo messaggio.
  2. Malacodae

    Malacodae Admin Network Membro dello Staff Amministratore

    Registrato:
    24 Marzo 2014
    Messaggi:
    1.010
    "Mi Piace" ricevuti:
    466
    Punteggio:
    7.465
    Sesso:
    Maschio
    Occupazione:
    Amministratore Network, Capo Builder
    Località:
    Modena
    Home page:
    Se vi piace il breve inizio, mettete "mi piace" e commentate con possibile continuazione alla storia. Chi vincerà secondo voi?
     
    A FireDragon piace questo elemento.

Condividi questa Pagina